Centralpark-entreprises

Centralpark-entreprises

Impianto di protezione dalle scariche atmosferiche

Posted on Author Zulur Posted in Giochi

81/08), è fatto obbligo al datore di lavoro di provvedere affinché gli edifici, gli impianti, le strutture e le attrezzature siano protetti dagli effetti dei. Come proteggersi dalle scariche atmosferiche? Come ridurre il rischio di. dalle scariche atmosferiche centralpark-entreprises.com /09) – Impianti di protezione contro i fulmini recita: sovratensioni sugli impianti utilizzatori di bassa tensione”. - un eventuale LPS interno. Tuttavia l'efficacia della protezione dai fulmini dipende, “oltre che dalla qualità dei suoi componenti e della loro.

Nome: impianto di protezione dalle scariche atmosferiche
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 64.48 MB

Datori di lavoro e rischio di fulminazione: la normativa di riferimento Come proteggersi dalle scariche atmosferiche? Come ridurre il rischio di fulminazione? Quali sono gli obblighi di ogni datore di lavoro in materia di valutazione del rischio di fulminazione da scariche atmosferiche?

Ecco perché diventa importante scegliere le migliori misure di protezione da scariche atmosferiche per ridurre i rischi correlati.

In questa guida facciamo chiarezza su quali sono le misure di protezione più consone per salvaguardare gli impianti elettrici.

Per la sua natura e per la forte correlazione con l'impianto di terra, l'impianto di protezione dalle scariche atmosferiche sarà verificato contestualmente agli impianti di terra, avendo essi molti punti in comune e la medesima periodicità.

Il servizio viene svolto seguendo una rigorosa procedura di verifica che contempla una estesa casistica di impianti, tra i quali è certamente presente anche il vostro caso. L'espletamento del servizio non garantisce la continuità di servizio degli impianti sottoposti a verifica strumentale.

La verifica della presenza e dello stato di conservazione di barriere, isolamento, cartelli ammonitori, la verifica degli SPD, della schermatura delle linee. Va considerata in questo contesto la verifica delle misure antincendio.

LPS L'esame a vista dell'LPS esterno prende in esame tutte le parti costituenti l'LPS, le condizioni della struttura protetta e gli elementi del sistema di protezione e controlla che essi rispondano a quanto indicato dal progetto. SPD L'esame a vista degli SPD deve essere eseguito secondo le prescrizioni inserite nel manuale di uso e manutenzione del costruttore del dispositivo, in ogni caso deve essere verificato che: siano realizzate corrette connessioni equipotenziali per ogni servizio; i conduttori equipotenziali all'interno della struttura siano presenti ed intatti funzionalmente operanti ; siano integri gli spinterometri di separazione ISG ; i corpi metallici quali ad esempio canaline, tubazioni, canali di condizionamento, ecc siano direttamente collegati all'LPS o siano posizionati a distanza superiore alla distanza di sicurezza calcolata e definita in progetto; i dispositivi siano efficienti, ovvero esame a vista dello stato dei segnalatori se esistenti: cambio di colore della finestrella indicatrice e nel controllo a vista della presenza di bruciature sul componente o di danni evidenti dello stato dei relativi dispositivi di distacco esterno se presenti.

SPM L'esame ordinario dello SPM deve verificare: l'assenza di connessioni scollegate nonché di rotture accidentali nei conduttori e nelle giunzioni; che nessun elemento dell'installazione sia indebolito a causa di corrosioni, in particolare a livello del suolo; l'integrità dei conduttori equipotenziali e degli schermi dei cavi, l'assenza di ampliamenti e modifiche che richiederebbero ulteriori misure di protezione; l'assenza di danno agli SPD ai loro fusibili e ai dispositivi di distacco; il mantenimento dei percorsi appropriati dei circuiti; il rispetto delle distanze di sicurezza degli schermi.

Esame approfondito misure e prove L'esame approfondito comprende l'esame a vista approfondito e le prove strumentali. Per i controlli periodici il verificatore procede all'esame della documentazione relativa ad eventuali riparazioni, modifiche, interventi manutentivi, ecc.

Per gli SPD l'esame approfondito deve essere fatto sulla base delle indicazioni previste dal costruttore del dispositivo.

Le misure e le prove sull'LPS vanno effettuate secondo le norme di buona tecnica Guida CEI e consistono nell'accertamento: del valore della resistenza di terra; della continuità elettrica delle connessioni equipotenziali; del valore della resistenza dei ferri di armatura ai fini della loro continuità elettrica quando vengono utilizzati come elementi dell'impianto.

Una volta completati i controlli occorre redigere un rapporto di verifica che comprenda tutti i dati rilevati.

Nel vi è un'altra evoluzione di enorme rilevanza: si abbandona il "vecchio" modello usato fin dalla nascita della Norma in base al quale l'Italia sarebbe suddivisi bile in 3 tipologie di aree a seconda della densità annua di fulmini al suolo per km2 parametro NG - principale indicatore dell'attività temporalesca , e si stabilisce che il parametro NG debba essere ricavato caso per caso in base alle coordinate GPS della struttura oggetto di valutazione.

Una fulminazione diretta su una struttura, nei pressi di una struttura, o diretta su un servizio es. La Norma classifica le perdite in: L1: perdita di vite umane L2: perdita di servizio pubblico L3: perdita di patrimonio culturale insostituibile L4: perdita economica La misura della probabilità di una perdita è il rischio.

I rischi possono essere: R1: rischio di perdita di vita umana; R2: rischio di perdita di servizio pubblico; R3: rischio di perdita del patrimonio culturale insostituibile; R4: rischio di perdita economica. Per ciascun rischio, tranne che per il rischio R4- perdita economica -, la Norma stabilisce delle "soglie di accettabilità": se al termine della valutazione il rischio calcolato è inferiore alla relativa soglia di accettabilità, allora la struttura è da considerarsi protetta; viceversa, se il valore calcolato è superiore, è necessario porre in atto delle misure di protezione ulteriori tali da ricondurre il valore al di sotto del limite normativo.

L'articolo 80 del D. A questo obbligo si assolve facendo eseguire un'analisi del rischio da scariche atmosferiche, a seguito del quale si evidenzia la necessità o meno della realizzazione di un parafulmine LPS esterno o di protezioni elettriche integrative LPS interno.


Nuovi articoli: