Centralpark-entreprises

Centralpark-entreprises

Ventilazione colonna di scarico

Posted on Author Taujas Posted in Internet

Aeratori per colonne di ventilazione. Ventilazione di colonna. EDILIZIA. SIFONI E VALVOLE. DRENAGGIO SUOLO. SCARICO IDROSANITARIO. FOGNATURA. La realizzazione dei sistemi di scarico delle acque in fogna o fossa biologica può l'allaccio di tutti gli apparecchi sanitari con la colonna di ventilazione. La corretta ventilazione di un impianto di scarico esclude la formazione di pressioni e Dimensioni tipiche delle colonne di scarico e di ventilazione. Colonna di. Prodotti per la Ventilazione della colonna di scarico. • ARIO. • Aeratore a membrana. • Testata esalatrice. • Valvola antisvuotamento sifoni bagno/cucina vedi.

Nome: ventilazione colonna di scarico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 56.50 Megabytes

La domanda che molti nostri lettori ci hanno sempre avanzato: a che cosa serve la ventilazione in un impianto di scarico? Leggete attentamente il seguente articolo. Funzionamento della valvola di ventilazione Mini-Vent Quando, durante lo scarico, si verifica una depressione pressione di aspirazione , la Mini-Vent si apre, preleva aria fresca FASE A direttamente dal locale in cui viene installata ed equilibra istantaneamente la pressione nel sistema di scarico, proteggendo i sifoni.

La valvola di ventilazione Mini-Vent è una valida alternativa alla ventilazione convenzionale nei sistemi di scarico. La valvola viene utilizzata anche come valida alternativa alla colonna di ventilazione parallela edifici a torre , alle tubazioni di ventilazione secondaria apparecchi in batteria , permette il posizionamento di apparecchi sanitari fino alla distanza massima di 10 metri dalla colonna di scarico verticale evitando la retroventilazione, ed è ideale per risolvere problemi di svuotamento di sifoni in edifici finiti, evitando in questo modo costosi interventi di smantellamento di pareti e solai.

In tal modo si genera una depressione retrostante che richiama aria dalle tubazioni collegate.

Nelle giornate di brutto tempo, allorquando la pressione atmosferica è bassa, gli odori di ritorno dalle tubazioni fognarie hanno poi maggior possibilità di diffondersi, determinando la conseguente fastidiosa e in alcuni frangenti fortemente intensa percezione nei locali di servizio e nelle cucine.

Il fenomeno, peraltro, è accentuato anche, a volte, dagli stessi interventi di manutenzione straordinaria realizzati sugli alloggi, con spostamenti dalla posizione originaria di prossimità degli scarichi dalle braghe dei locali bagni e cucine, anche di numerosi metri, in accordo a una progettazione che deve, ovviamente, tenere conto di più aggiornate logiche distributive delle residenze rispetto a quelle espresse negli impianti planimetrici del passato.

In queste situazioni si possono, infatti, anche generare fenomeni di autosifonaggio, con la stessa acqua di scarico del singolo apparecchio che provoca in fase di scarico dietro di sé una depressione. Scheda intervento Progettazione e Direzione lavori: Arch.

Un vantaggio ulteriore molto gradito a chi utilizza le aree del terrazzo, è la scomparsa degli odori sgradevoli, in quanto ne viene impedito la fuoriuscire dai tubi di ventilazione. Senza valvola di ritegno Geberit ERV Perdita di calore permanente attraverso il tubo di scarico aperto nella parte superiore.

Appropriata ventilazione nelle colonne di scarico La valvola di ritegno Geberit ERV, sigilla il tubo di ventilazione per le acque reflue sopra il tetto utilizzando un sistema brevettato a membrana magnetica.

Questo sistema si apre automaticamente quando è richiesta la compensazione della pressione.

Il resto del tempo, mantiene il calore all'interno dell'edificio. Perdita di calore visibile senza valvola di ritegno Geberit ERV Lavorando per conto dell'Ufficio federale dell'energia UFE, la Scuola di ingegneria e architettura dell'Università di Lucerna, ha condotto uno studio sulla perdita di calore dalle aperture sui tetti.

I risultati di questo studio mostrano che parte del calore viene perso proprio attraverso le colonne di scarico.


Nuovi articoli: