Centralpark-entreprises

Centralpark-entreprises

Come scaricare app su tablet samsung

Posted on Author Kelmaran Posted in Rete

Oggi sono proprio qui per spiegarti come scaricare applicazioni Android, quindi Gmail, e che quest'ultimo sia associato al tuo smartphone o tablet Android. Come? Semplicemente collegandoti a Google, cliccando sul pulsante Accedi che. Play Store su tablet e andare a scoprire, dunque, come fare per scaricare il Play Store sul tablet. APK, mentre l'altra prevede l'uso di un'applicazione apposita, tramite la. vostro tablet installando applicazioni da Google Play. È necessario prima configurare il vostro tablet per internet e attivare il vostro account Google sul tablet. Eccoti allora spiegato come scaricare e installare una qualsiasi app su Android. tablet Android, allora molto probabilmente ti starai chiedendo come bisogna.

Nome: come scaricare app su tablet samsung
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 54.88 Megabytes

Cerchiamo di rispondere a queste due domande. Prima di scaricarne ed installarne manualmente uno è necessario seguire una brevissima procedura. Una volta attivata questa impostazioni siete pronti ad installare manualmente i file. Per installarlo dovrete per prima cosa individuare il file sul vostro dispositivo.

Di solito gli APK scaricati direttamente da smartphone finiscono nella cartella Download. Buona parte degli smartphone hanno applicazioni denominate Archivio o simili che vi permettono di esplorare le cartelle presenti e di scovare quella denominata appunto Download.

Se non avete un buon file manager sul vostro smartphone Android potete sempre recuperarlo dal Play Store: provate ad esempio Astro.

Se non avete un buon file manager sul vostro smartphone Android potete sempre recuperarlo dal Play Store: provate ad esempio Astro. Se il vostro dispositivo è dotato della versione Android 6.

Applicazioni e giochi disponibili sotto forma di APK scaricati da siti non conosciuti potrebbero in realtà nascondere codice malevolo, come malware anche in grado di prendere il controllo in remoto del dispositivo ed installare ulteriore codice malevolo.

Vi consigliamo quindi di installare APK sul vostro dispositivo solo se siete assolutamente certi della provenienza del file e, sopratutto, solo se siete obbligati. È questo il caso di Facebook Lite e Messenger Lite , due applicazioni molto utili ma disponibili solo per paesi in via di sviluppo.

Sulle pagine del nostro portale riportiamo con frequenza i link per scaricare in tutta sicurezza gli apk con le ultime versioni di queste applicazioni altrimenti non reperibili dal Play Store di Google. Ci sono poi determinati sviluppatori che preferiscono non pubblicare le loro applicazioni sugli store, rendendoli disponibili dai loro siti ufficiali o da forum quali XDA direttamente in forma di APK.

Anche in questo caso potete dormire sonni tranquilli. Se poi volete stare ancora più tranquilli potreste installare sul vostro dispositivo un antivirus come ad esempio quello proposto da Kaspersky. In caso contrario, potrebbe quindi essere incappati in un apk corrotto.

Installare file apk su PC Ci sono dei programmi dedicati a Windows che vi permettono di eseguire applicazioni e giochi dedicati ad Android direttamente sul vostro PC. Da qui, basta cercare il Play Store, selezionarlo e premere il tasto apposito per la pulizia della cache che dovrebbe comparire.

Pulire la cache potrebbe non bastare ancora: in questo caso, il prossimo passo è cancellare tutti i dati del Play Store, selezionando dalle impostazioni, invece della pulizia cache, la cancellazione dei dati. Già che ci siete, provate anche ad effettuare le stesse operazioni con Google Play Services.

Mentre si è nella finestra delle impostazioni delle varie app, è una buona idea approfittarne per controllare in fondo alla lista, dove ci sono le applicazioni disabilitate, magari per sbaglio: assicuratevi che sia tutto ok, perché a volte alcuni di questi programmi secondari sono necessari per far funzionare correttamente il Play Store.

E se siete dietro una VPN o un proxy, provate a disabilitarli.


Nuovi articoli: