Centralpark-entreprises

Centralpark-entreprises

Terreno 3d google earth scarica

Posted on Author Goltikora Posted in Rete

  1. Google Earth Pro
  2. Esportazione Google Earth (.kmz)
  3. Vai con la Ricerca

Un modo per scaricare il modello 3D di un'area di Google Earth Pro, anche in 3dwarehouse ma sono maggiormente interessato al terreno. Come utilizzare i programmi IBMR e la fotogrammetria per importare in Blender un modello 3D ripreso da Google Earth e Google Maps. In questo Tutorial Terreno 3D da Google Earth a Rhinoceros vedremo come importare un terreno 3D da Google Earth a Rhinoceros attraverso il plugin Land . Come 3D importare una superficie da Google Earth per AutoCAD. Abbiamo Per installare questa applicazione è necessario scaricare pagina Autodesk Labs.

Nome: terreno 3d google earth scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 19.45 Megabytes

Forum Nuovi messaggi Cerca nel forum. Nuovi messaggi. Iscritti Visitatori attuali. Entra Registrati. Cosa c'è di nuovo? Cerca solo i titoli.

Foto realistiche di edifici. Con Google Earth 4. Ora puoi accedere a centinaia di nuovi edifici in diverse città del mondo, tra cui San Francisco, Boston, Orlando, Monaco, Zurigo e molte altre. Navigazione in picchiata. Sorvola senza problemi i territori desiderati con i nuovi controlli di navigazione. Esegui una discesa in picchiata dallo spazio alla strada saltando da un edificio all'altro. Utilizza il joystick per visualizzare gli edifici come se fossero proprio di fronte a te.

Luci e ombre. Con la nuova funzione Sunlight luce solare puoi ammirare dovunque l'alba e il tramonto. Sposta il dispositivo di scorrimento temporale per ammirare il tramonto, l'alba e le ombre in moto su qualsiasi zona del pianeta. Questa nuova funzione da un effetto ancora più realstico a Google Earth, proprio come se il sole battesse sul paesaggio.

Vista stradale. Visualizza immagini panoramiche anche sferiche, come nella foto delle città selezionate e non solo, e fai un tour di gradi. Per attivare la modalità vista stradale, cliccate su Street View su "Livelli" in basso a sinistra. Per saperne di più su Street View visitate la seconda parte del nostro post "Google Maps". Le novità della versione 5. Ora Google Earth ti consente di viaggiare indietro nel tempo e dare uno sguardo al passato.

Basta un semplice clic per visualizzare lo sviluppo incontrollato delle periferie, lo scioglimento delle calotte polari, l'erosione delle coste e tanto altro. Per accedere a questa funzione cliccate sull'icona dell'orologio nella barra in alto. Dopo di che spostate il dispositivo di scorrimento temporale sulle barrette corrispondenti alla data in cui è stata scattata la foto in questione, e grazie a questo riuscite a selezionare e a risalire alla foto di quella data.

Con il nuovo livello Ocean puoi immergerti nelle profondità del mare, visualizzare i rilievi subaquei dei fondali marini, contenuti esclusivi offerti dai nostri partner, tra cui BBC e National Geographic, ed esplorare relitti in 3D come il Titanic. Per accedere alla modalità Ocean, andate su Livelli in basso a sinistra e cliccate la cartella Ocean e Utilizza i segnaposto in modo innovativo e registra un tour in Google Earth. Attiva la funzione tour, premendo il pulsante di registrazione nella barra in alto e vai alla scoperta del mondo.

Puoi anche personalizzare il tuo viaggio aggiungendo una colonna sonora o una voce narrante. Quest'ultima novità, è la tappa più recente del viaggio di Google Earth tra le galassie, resa possibile dalla collaborazione con la NASA. Selezionando "Mars" Marte dalla barra degli strumenti di Google Earth gli utenti potranno L'ultima novità ci porta invece nello spazio e si chiama "3D Mars".

Ma non solo, gli esploratori potranno anche vedere il pianeta rosso attraverso gli occhi delle sonde in orbita attorno al pianeta e dei rover che si sono posati sul suolo del pianeta e che forniscono una prospettiva unica di Marte. Se volete visitare una mappa a portata di mano per vedere magari qualche elemento del sito, potete andare su Google Maps mappa molto simile a quella di Google Earth, con le immagini riprese dallo stesso satellite.

Su Google Maps ci sono varie modalità: 1 "mappa" mappa normale e non satellitare , 2 "satellite" mappa satellitare in cui è anche possibile attivare le indicazioni come i confini, nomi città, strade ecc.

Per aprire la mappa cliccate su Google Maps oppure andate subito sotto dove troverete l'apposita mappa. Inoltre potrete accedere a Google Maps anche attraverso la nouva versione di Google Earth la versione 5. Visualizzazione ingrandita della mappa.

Attualmente si prevede che questo servizio stradale interesserà anche il Canada. Inoltre se si ha installata l'ultima versione di Google Earth 5. Visualizzazione ingrandita della mappa x. Chiudiamo con il botto tra le novità: simulatore di volo nascosto: la bella sorpresa di Google Earth. Gli sviluppatori di Google Earth hanno rilasciato un'uovo di Pasqua sorpresa all'interno dell'applicazione di Google che permette di viaggiare intorno al mondo comodamente seduti sul proprio PC o Mac.

No comments:. Per esempio, puoi deselezio- nare Populated Places, Alternative places Names e borders per non vedere, rispettivamente, le indicazione sui luoghi popolati, sui nomi alternativi delle città nelle varie lingue e sui confini nazionali e regionali. Per esempio, puoi selezionare solo Capitals sotto Populated places per vedere le capitali. Ora la vista appare più sgombra. Analizzeremo più in dettaglio il pannello Places a pagina Ora ridu- cilo ed espandi di nuovo il pan- nello Places.

Se fai clic sul collegamento, accanto alla puntina che vedi sulla mappa appare un com- mento. Fai doppio clic sulla puntina nel pannello Places non sulla mappa e con un movimento anima- to sarai catapultato a circa metri sopra la cupola di San Pietro in Roma. Questo è Google Earth. Vediamoli nel dettaglio.

Questi pulsanti permettono di visualizzare o meno luoghi in Con questi due pul- Questi due pulsanti cui dormire e mangiare, stra- santi o con il disposi- ti permettono di de, confini, conformazione tivo di scorrimento ruotare la mappa del terreno, costruzioni.

Il trale per aumentare o che il nord geo- valore predefinito è una ridurre lo zoom.

Google Earth Pro

La stes- grafico si trovi vista verticale. Usare Google Earth Contrassegnare delle località Il pannello Places contiene inizialmente un elenco di località di interesse predefinite e una cartella My Pla- ces principale.

Puoi creare dei riferimenti a località che ti interessano e organizzarli in sottocartelle. Si aprirà una finestra in cui puoi inserire le relative informazioni. In questa casella puoi inserire un nome significativo per la località per esempio, Montreux. Qui puoi inserire una descrizione della località.

Con il pulsante New folder, puoi crea- re una nuova cartella per esempio, Festival. Si aprirà una piccola finestra dove potrai inserire il nome. Se fai clic qui, avrai maggiori opzioni per definire il contrassegno.

Contrassegnare delle località segue Quando hai finito di inserire le informazioni, fai clic su OK. Gestire i punti di interesse Una volta definiti i tuoi punti di interesse, puoi esportarli per condivi- derli con altri, sia via Web sia come file da importare.

Per salvare le informazioni su un punto di interesse, fai clic con il pulsante destro del mouse sul contrassegno e sele- ziona Save As dal menu che appare. Indica un nome e una posizione per il file e fai clic su Salva. Verrà creato un piccolo file con estensione KMZ. Questo file contiene le informazioni che hai inserito per il contras- segno.

Ecco come appare il file doc. Non preoccuparti di tutte questi acronimi e di questo codice, perché non dovrai scrivere niente a mano. Avrai notato che il menu che appare facendo clic con il pulsante destro del mouse sul contrassegno contiene altre voci. Una di queste è Email. Selezionandola, puoi inviare direttamente a qualcuno il file KMZ che hai visto in precedenza. Una finestra ti chiede se vuoi utilizzare il tuo client di posta Outlook Express, in questo caso oppure un account Gmail.

Selezionandola, accederai tramite il browser al sito di Google Earth. Dopo aver confermato che non stai inserendo un duplicato di una informazione già esistente e dopo aver specificato il forum in cui inserire il messaggio, potrai proseguire con la pubblicazione dovrai regi- strarti per poterlo fare.

Inserisci le parole da cercare e fai clic su Search. In questo caso, proveremo a cercare un over- lay per la città di Parigi. Non preoccuparti se non conosci ancora questo termine. Tra poco sarà tutto più chiaro. Gestire i punti di interesse segue Nella pagina dei risultati, che è simile a quella a cui sei abituato anche se appare in lingua inglese potrai vedere i messaggi inviati dagli utenti che contengono le parole che hai cercato.

Fai clic sul collegamen- to di un messaggio, e quindi fai clic sul colle- gamento Open this Placemark per aprire il contrassegno in Goo- gle Earth. Nelle prossime pagine, vedremo più in dettaglio di cosa si tratta. Puoi regolare la trasparenza di queste immagini utilizzando il dispositivo di scorrimento che si trova nella parte inferiore del pannello Places.

Il file KMZ che hai visto scaricare a pagina conteneva informazioni ulteriori, oltre alle coordinate geografiche e al nome del luogo. Vediamo di cosa si tratta andando a curiosare nel file KMZ.

Aprendo il file doc. Quello che vedi qui è il contenuto del file doc.

Esportazione Google Earth (.kmz)

Non farti spaventare dal codice XML che vedi, perché è abbastanza facile da interpretare. Da questo semplice esempio, hai visto che è possibile creare un overlay con poche e semplici istruzioni di codice XML, che sarà Google Earth a scrivere per te. Se vuoi creare un tuo overlay, seleziona Image Overlay dal menu Add. Tramite questo dispositivo Quando hai terminato, fai clic su OK per Gli overlay segue Il nuovo contrassegno appare nel pannello Places insieme agli altri.

Anche in questo caso, puoi inviarlo ad altri come file, via e-mail o attraverso il sito Google Earth Community. In questo secondo caso, fai clic con il pulsante destro del mouse sul nome del contrassegno e seleziona Share with Google Earth Community dal menu che appare.

Funzioni di ricerca di Google Earth In Google Earth non è possibile inserire il nome di una località o un indirizzo per effettuare delle ricerche in stile Google. Per poter accedere a funzioni di ricerca è necessario passare Google Earth Pro, che è disponibi- le in versione di prova per 7 giorni previa registrazione oppure al costo di dollari per un anno.

Come ricorda la pagina Web di questo prodotto, non è destinato agli utenti domestici. La nota che vedi sotto il termine ti ricorda che per questa località è disponibile un overlay particolare, che riprodu- ce i palazzi e le costruzioni della città. Questo pulsante cancella il contenuto della casella di ricerca. Facendo doppio clic sulla voce evidenziata, vieni trasportato a New York. A pagina vedrai come cambia il paesaggio attivando il livello 3D Buildings nel pannello Layers. Misurare le distanze Restando sempre a New York, vediamo come è possibile misurare le distanze tra due punti, per esempio per sapere quanto è lungo il Ponte di Brooklyn.

Inizia facendo clic su questo pulsante per passare a una visualizzazione ortogonale della città. Quindi ingrandisci la zona del ponte. In questo caso, seleziona come unità di misura i metri. Il puntatore del mouse assume la forma di un mirino. In modo molto intuitivo, puoi posizio- narlo semplicemente nel primo punto e fare clic, quindi spostarti sul secondo punto e fare di nuovo clic.

Misurare le distanze segue I punti non sono fissi. Il Ponte di Brooklyn dovrebbe essere lungo complessivamente piedi, che corrispondono a circa metri. Avrai notato che nella piccola finestra Measure esiste anche una scheda Path, oltre alla scheda Line visualizzata in modo predefinito. In questo caso puoi disegnare una linea spezzata, com- posta da più segmenti.

Il principio di funzionamento è lo stesso che vale nel caso precedente e la misura indicata è quella complessiva. Ora che hai visto come eseguire le misure nel mondo 2D, passiamo a vedere come appare la città di New York in tre dimensioni. Visualizzare edifici in 3D A pagina hai incontrato gli overlay, e hai visto come utilizzarli per aggiungere informazioni bidimensionali alle immagini di Google Earth. In realtà è possibile definire overlay in tre dimen- sioni, che permettono di visualizzare edifici, per esempio.

Nel pannello Layers, sotto la voce 3D Buildings, sono disponibili gli overlay per circa 40 città degli Stati Uniti, forniti a Google dalla società Sanborn www. Nel marzo , Google ha acquisito anche Last Software, la società che ha realizzato il software SketchUp, un programma di modellazione 3D. Nel mese di aprile , Google ha reso disponibile gratuitamente il software Google SketchUp per uso personale in versione beta. Il file di installazione di circa 19 MB è scaricabi- le liberamente senza alcuna registrazione.

Vai con la Ricerca

Google ha realizzato anche 3D Warehouse, un sito che permettere di condividere i disegni 3D e di importarli in Google Earth. Visitando il sito sketchup. Un network link non è altro che un colle- gamento a un file KMZ presente su un ser- ver o su una rete.

Facendo clic sul pulsante Download to Google Earth, il modello verrà scaricato e importato in Google Earth. Questa è una macchina che passava sul ponte quando è stata scattata la fotografia aerea. In realtà dovrebbe trovarsi qui.

Per gli utenti più avanzati, Google fornisce a pagamento SketchUp Pro 5. Questo prodotto, che costa dollari, è rivolto agli utenti professionali che hanno necessità di lavorare in team ai progetti, di importare ed esportare i dati in formati come DWG, 3DS e VRML e di stampare i disegni ad alta risoluzione.

Visualizzare edifici in 3D segue Il modo migliore per conoscere SketchUp è installare la versione gratuita e visitare il sito sketchup. Ora non ti resta che sperimentare! Nelle pagine seguenti vedremo la loro funzione e come utiliz- zarle.

Iniziamo con una panoramica generale delle 48 categorie presenti nel pannello, molte delle quali dotate di sottocategorie.


Nuovi articoli: