Centralpark-entreprises

Centralpark-entreprises

Acqua scarico caldaia condensazione

Posted on Author Tagul Posted in Ufficio

Oltre ad alcuni limiti riguardo lo scarico dei fumi esiste un altro aspetto da non sottovalutare dove scaricare l'acqua di condensa che produce la caldaia? Tutte le caldaie a condensazione devono essere collegate ad uno media dell'​acqua a 35°C comporta una portata di scarico condensa pari a. La caldaia che ho appena installato scarica la condensa nel pluviale nel sistema di scarico delle acque reflue, è necessaria l'installazione di. In merito allo scarico dell'acqua di condensa, parlando sempre di apparecchi domestici, a dettare le regole per una corretta installazione è.

Nome: acqua scarico caldaia condensazione
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 57.21 Megabytes

È corretto? La norma che tratta in maniera esaustiva lo scarico delle condense è la UNI Sistemi per lo scarico delle condense. Appendice A. I reflui domestici, prodotti in grande quantità, hanno una notevole basicità; essi inoltre hanno la capacità di formare nelle condutture un deposito con proprietà tampone rispetto agli acidi. Per contro la quantità massima di condensa producibile per esempio da una caldaia a condensazione a gas naturale con portata termica 24 kW vedere punto A.

Per il trattamento delle condense si indicano i seguenti casi: Installazione in unità ad uso abitativo: per tali utilizzi non si rendono necessari particolari accorgimenti essendo i condensati abbondantemente neutralizzati dai prodotti del lavaggio e degli altri scarichi domestici.

Installazione in unità ad uso non abitativo ma inserite in edifici prevalentemente destinati ad uso abitativo esempio negozi inseriti in condomini : in questi casi non si rende necessaria la neutralizzazione.

Se poi si sceglie una soluzione a rate per la caldaia a condensazione, come quella che trovate qui, il suo impatto diventa quasi nullo. Casi in cui è possibile lo scarico a parete 1 — nei centri storici, dove non possono essere costruiti altri camini 2 — in tutti i casi in cui non sia oggettivamente possibile costruire canne fumarie a tetto.

I condotti di scarico La caldaia a condensazione richiede lo smaltimento delle acque di condensazione.

Sono realizzate in materiali idonei come il polipropilene, e hanno misure e dimensioni assolutamente gestibili negli ambienti domestici, esattamente come per i condizionatori. Un esempio: una caldaia a condensazione a metano da 24 KW produce in condizioni ideali circa 30 litri di acqua di condensa al giorno; lo scarico domestico produce giornalmente in media litri al giorno pro capite. Dove installare quindi la caldaia a condensazione?

Puoi trovare tutte le informazioni su come scegliere la giusta caldaia e su come e dove installarla sulla nostra guida gratuita: scaricala subito! L'evoluzione delle norme vigenti in materia ha intrapreso una strada complicata con indicazioni non semplici da attuare: su scala europea e nazionale esistono dei valori limite di caratteristiche fisiche e chimiche della condensa che potrebbero essere restrittivi per impianti particolarmente grandi come le centrali termiche condominiali, ed i piani di smaltimento delle condense dovrebbero essere regolati dalle regioni e nella maggior parte dei casi sono tralasciati.

Scarico condensa nei sistemi fognari È bene sottolineare che per gli impianti di medie e piccole potenze, generalmente inferiori a 35 kW, mediamente, non sono presenti negli scarichi di condense contenuti elevati di sostanze particolarmente velenose, infatti in linea di massima ne è consentito lo scarico nei sistemi di raccolta delle acque fognarie e superficiali.

È bene osservare che tale possibilità, seppure prevista dalle norme, resta comunque basata su un approccio pressoché empirico, essendo la quantità di condensa prodotta proporzionale alla potenzialità dei generatori e all'utilizzazione degli stessi; ma tali fattori non sono correlati in maniera semplice alla produzione di acque basiche contenenti saponi e detergenti. È quello che è capitato al nostro lettore Damiano C.

Ecco la sua domanda e la risposta di un esperto del settore.

Domanda: Ho un appartamento di 80 mq con riscaldamento autonomo.


Nuovi articoli: